La lasagna rivoluzionaria per Natale

Francesca D’Agnano – Singer Food

 

Francesca D’Agnano – Singer Food

Porzione di lasagna natalizia al piatto

INGREDIENTI

  • 200gr di Lasagne di semola
  • 100 gr di Funghi Porcini
  • 100 gr di Funghi Champignon
  • 100 gr di Funghi Chiodini
  • 100gr di Scamorza Affumicata
  • 30 gr di Parmigiano Reggiano
  • 1 spicchio d’aglio
  • Prezzemolo
  • Olio Extravergine d’Oliva
  • Sale & Pepe

Il livello di credibilità che sto per guadagnarmi nella stesura di questo post potrebbe essere lo stesso attribuito a un calciatore che discorre di smalti e rossetti, ma sono pronta a mettermi in gioco. Scriverò di come si possa realizzare un primo piatto “leggero” per il pranzo di Natale.

Sono stata eroica, l’ho fatto: ho affiancato la parola “leggero” a “Natale”, io che ogni anno durante le feste siedo a tavola per la cena della Vigilia e mi rialzo direttamente dopo il digestivo il giorno dell’Epifania. In una Puglia di tradizioni e paesi che hanno l’odore di brace e fritto voglio compiere una piccola rivoluzione: proporre una Pasta al Forno che promette di essere digerita in meno di ventiquattro ore. L’impresa è titanica, non perché il gusto possa suscitare perplessità, quanto per la mancanza di alcuni capisaldi che rendono il piatto il proverbiale gustoso macigno che è.

Addobbi natalizi

Come per la maggior parte delle ricette della tradizione gastronomica italiana, anche per la pasta al forno le varianti sono innumerevoli, diverse tra regioni e province. Tutte, però, accomunate da una salda logica di base, riassumibile in tre punti fondamentali. Primo: è il piatto della Domenica e delle Feste, quello che mette d’accordo adulti e bambini, il jolly dei pranzi in famiglia. Secondo: è un’armoniosa combinazione d’ingredienti, materie prime selezionate che sposano gli avanzi “buoni” della settimana, così come insegna la storia. Terzo: non c’è pasta al forno senza pennichella post prandiale, segno che la mattonella delle delizie è tanto buona quanto impegnativa da digerire.

Con la ricetta che sto per proporvi abbiamo cercato di non contravvenire al primo e secondo punto. Per quanto riguarda il terzo aspetto potrebbe esserci qualche possibilità che il riposino duri meno di due ore, grazie all’impiego di pasta di semola e all’assenza di carne e besciamella. A voi trarre le conclusioni, noi a breve inizieremo la maratona dei pasti natalizi e questa pasta al forno sarà una delle novità assolute, chissà se in famiglia apprezzeranno.

Vassoio di lasagne

PROCEDIMENTO

1Lessate le lasagne in acqua bollente salata per 5 minuti e ponetele su un canovaccio. Tenete da parte l’acqua di cottura.

2Pulite bene tutti i funghi, sciacquateli sotto acqua corrente, asciugateli accuratamente e tagliateli in pezzettini di uguali dimensioni. In un’ampia padella scaldate un cucchiaio di olio extravergine d’oliva con uno spicchio d’aglio grattugiato. Versateci dentro i funghi e fateli cuocere per circa 15 minuti, con coperchio e a fiamma media. A fine cottura aggiungete sale, pepe e prezzemolo tritato.

3In una teglia di ceramica adagiate il primo strato di lasagne e cospargetelo con la scamorza affumicata grattugiata e i funghi. Coprite con un altro strato di lasagne e guarnite come il precedente. Chiudete con l’ultimo strato e spolverateci su il parmigiano reggiano. Aggiungete dagli angoli della teglia un po’ di acqua di cottura della pasta.

4Completata la disposizione degli strati, sigillate la teglia con un foglio d’alluminio ed infornate a 180° per circa 25 minuti. Trascorso il tempo indicato rimuovete la stagnola ed ultimate la cottura facendo evaporare l’acqua residua e azionando il grill per 5minuti circa.

5Prima di servirla, fate riposare le lasagne per almeno mezz’ora.

è opportuno seguire una dieta variata ed un corretto stile di vita